Come scegliere la carta da parati per la camera da letto

Come scegliere la carta da parati per la camera da letto

Per molti anni ingiustamente dimenticata e odiata, oggi la carta da parati è nuovamente apprezzata per dare un tocco di classe al’arredamento della propria abitazione, ed in particolar modo alla camera da letto.

Oltre che bella esteticamente, la carta da parati per la camera da letto è robusta e facile da pulire. Prima di procedere con il suo acquisto, però, per non sbagliare è necessario conoscerne le caratteristiche principali e le tipologie.

Perché scegliere la carta da parati per la camera da letto

Sono tante le ragioni per cui è una buona idea scegliere la carta da parati per la camera da letto. Prima di tutto perché la carta da parati è un ottimo termoisolante, perfetta sia per proteggere dal freddo in inverno sia per mantenere il fresco del condizionatore in estate.

Dal punto di vista estetico, poi, è molto bella da vedere, e riesce a rendere ancora più accogliente, intima e luminosa la stanza.

Inoltre, non deve necessariamente essere applicata solo sulle pareti della camera, ma può anche essere utilizzata per rivestire solamente la zona che si trova dietro la testiera del letto.

Infine, è perfetta anche per decorare le stanze dei bambini, perché è resistente nel tempo e, se scelta in materiali lucidi e plastificati, anche facile da pulire.

Tipologie

Esistono numerose tipologie di carta da parati per la camera da letto: da quelle monocromatiche e dai colori tenui e classici a quelle dalle fantasie sgargianti, a righe, geometriche e floreali.

Le prime, da scegliere rigorosamente in tonalità neutre e classiche come bianco, beige e grigio, sono adatte a stanze dall’arredamento classico e perfette per far risaltare i mobili della camera.

Le seconde, invece, sono più indicate per stanze dal design minimal e rigoroso, e, se abbinate a mobili dalle forme semplici e dai toni chiari, sono in grado di esprimere al meglio la personalità di chi vi abita.

La loro consistenza, a seconda dei propri gusti, può essere sia satinata che ruvida, ma anche opaca o lucida. Molto interessanti sono anche le carte da parati plastificate, che risultano particolarmente facili da pulire e da mantenere nel tempo.

Come sceglierla

Per la scelta della carta da parati per la camera da letto devi prima di tutto tenere in considerazione lo stile con cui quest’ultima è arredata.

Se la tua stanza è in stile classico, con mobili in legno dallo stile vintage, la carta più indicata è quella dai colori chiari e pastello, come bianco, avorio, rosa chiaro, verde menta, azzurro e lilla. Va bene anche quella in trame delicate e romantiche, come quella a righe verticali, a motivi floreali o botanici, da scegliere in colorazioni delicate e con le immagini del pattern non troppo grandi.

Se, invece, la tua camera è in stile moderno, con mobili dalle linee essenziali e con pochi fronzoli, sono perfette sia le carte da parati monocromatiche, anche in colori vivaci, sia quelle dalle fantasie più disparate e sgargianti. In questo caso, infatti, puoi davvero sbizzarrirti sia con la scelta della trama che dei colori, facendo comunque attenzione al fatto che questi ultimi siano complementari a quelli del mobilio.

Comments are closed.